Aphex Twin – Selected Ambient Works 85-92

VOTO 9.0
Aphex Twin, pseudonimo di Richard David James, è l’uomo che ha segnato l’acid house. Con uno pseudonimo che deriva da una serie di apparecchiature elettroniche e dal fratello gemello, prematuramente scomparso durante ...

Aphex Twin, pseudonimo di Richard David James, è l’uomo che ha segnato l’acid house. Con uno pseudonimo che deriva da una serie di apparecchiature elettroniche e dal fratello gemello, prematuramente scomparso durante l’infanzia, nel 1992 Richard fece uscire il debutto, Selected Ambient Works 85-92: l’album, assieme al seguito Selected Ambient Works Volume II, lo lanciò nell’olimpo dell’elettronica.

Va sottolineato che Aphex Twin non prende il concetto di ambient alla lettera, piuttosto come un pretesto per creare musica d’atmosfera con innesti di IDM, acid, trance. Proprio in questa varietà impressionante si nasconde la genialità del producer e DJ inglese. Aphex Twin riesce a rendere i suoi pattern adatti tanto ad una meditazione in poltrona che al dancefloor di un locale notturno (forse una prerogativa da borghese intellettuale). Tralasciando la questione della perfetta “locazione”, l’unica certezza che si può ricavare della musica di Selected ambient works 85-92 è l’assenza di asperità sonore che non la priva di una sua vivacità.

Tutto scorre in un placido flusso acqueo: Aphex Twin culla ogni orecchio disposto ad ascoltarlo. Richard rende l’ambient polimorfo e mutevole, e questo mutamento rispetta lo spirito meditativo del genere. Una caratteristica evidente sin dalla prima traccia, Xtal, e che permane in capolavori come Heliosphan, We are the Music makers, Actium. Come in ogni grande opera non emergono mai i singoli momenti ma la capacità raffinatissima di amalgamare ciò che ai più sembra eterogeneo.

Ambient per Richard D.James è atmosfera, è fluire serenamente, abbandono allo spirito dell’elettronica. La musica di Selected Ambient Works 85-92 gode di quell’impressionante lavoro di smussamento sonoro che rende giustizia al titolo, senza rinunciare all’innovazione. Aphex Twin ha iniziato la sua carriera con un grande album, che solo artisti rivoluzionari potrebbero incidere con tale naturalezza. E questo è solo uno degli aspetti della sua poliedrica musica: quello calmo e rilassato.

We are the Music makers

we are the dreamers of dreams

Luca Badaloni
L'autore

Classe 1991, nella Bottega di Hamlin ho trovato il modo di unire la passione per la musica, la lettura e il cinema. Dopo la formazione liceale ho iniziato l'Università di Filosofia presso Macerata, dove attualmente sto completando i miei studi specialistici in Scienze Filosofiche. Ho in passato collaborato con altri siti e redazioni. Collaboro anche con il sito in lingua inglese www.tasteofcinema.com